Coronavirus, nel Regno Unito oltre mille morti in un giorno e più di 62mila nuovi contagi

Coronavirus, nel Regno Unito oltre mille morti in un giorno e più di 62mila nuovi contagi

La Germania estende il lockdown a tutto gennaio. Negli Usa 3.900 morti nelle ultime 24 ore. Record di decessi anche in Messico.

Sono oltre 86.405.927 i casi di Covid nel mondo. Lo riporta la John Hopkins University: i morti sono 1.868.768, con gli Usa che guidano che questa tragica classifica.

Record decessi nel Regno Unito
Nuovo record assoluto di morti e contagi da Covid nel Regno Unito, alle prese con il dilagare di varianti più virulente del coronavirus emerse in queste settimane. Secondo i dati odierni, i casi censiti nelle ultime 24 ore sono stati 62.322 (seppure su quasi 500.000 tamponi) e i decessi 1041.

Ieri il governo ha stimato, sulla base dei dati statistici dell’Istat britannico, che un 2% dell’intera popolazione (oltre un milione di persone) s’è infettato di Covid nella sola settimana dal 27 dicembre e il 2 gennaio. Una quota che sale addirittura a un residente su 30, circa il 3%, a Londra. Un bilancio pesantissimo in un Paese che da qualche giorno è di nuovo in lockdown nella speranza di arginare i contagi dalla cosiddetta variante inglese.

L’Ema approva il vaccino Moderna
L’Agenzia europea del farmaco ha dato l’ok al vaccino anti-Covid di Moderna. Lo comunica la stessa Ema. Si tratta del secondo vaccino che riceve il via libera da parte dell’agenzia. Lo scorso 21 dicembre era stato approvato quello di Pfizer-BioNtech. Il numero di casi confermati in Germania supera il milione e 800 mila (+21.237) e il bilancio delle vittime è arrivato a 36.537 (+1.019). I dati sono del Robert Koch Institute (RKI) per le malattie infettive. Alla luce del numero sempre alto di contagi e di vittime, l’esecutivo vuole prorogare l’attuale lockdown fino al 31 gennaio. Lo scorso 13 dicembre, il governo e i Laender avevano deciso che potevano essere prese «misure drastiche di contenimento» – tra le quali appunto anche limitazione agli spostamenti – se veniva superata l’incidenza di 200 nuove infezioni su 100 mila abitanti nei sette giorni. Ora la cancelleria intenderebbe, stando a quel che scrive il quotidiano berlinese, abbassare la soglia per le nuove misure.

Portogallo, picco di nuove infezioni nelle ultime 24 ore
Mercoledì il Portogallo ha registrato il record di 10.000 nuove infezioni da coronavirus in 24 ore. I dati sono stati resi noti dall’autorità sanitaria nazionale mentre il governo ha ammesso che gli ospedali del Paese sono sotto «grande pressione». Il presidente della Repubblica, il conservatore Marcelo Rebelo de Sousa, ha dovuto mettersi in isolamento a meno di tre settimane dal primo turno delle elezioni presidenziali del 24 gennaio, per le quali è ampiamente favorito. Lo ha annunciato il suo gabinetto.

Svizzera, al vaglio la chiusura bar e ristoranti fino a febbraio
Bar e ristoranti dovrebbero rimanere chiusi almeno fino a fine febbraio. È quanto propone oggi il Consiglio federale, precisando però che una decisione definitiva verrà presa solamente il prossimo 13 gennaio. Tuttavia, già a partire da sabato non ci saranno più eccezioni a livello cantonale. L’obiettivo è mantenere in vigore per ulteriori cinque settimane i provvedimenti adottati lo scorso 18 dicembre (attualmente in vigore fino al 22 gennaio). Tra queste figura anche la chiusura di strutture per la cultura, il tempo libero e lo sport, ha indicato oggi a Berna il consigliere federale Alain Berset.

Turchia
La Turchia ha segnalato 13.830 casi di nuovo coronavirus nelle ultime 24 ore, i dati del ministero della salute sono stati trasmessi mercoledì, portando il numero totale di casi a 2.283.931. Ha riportato 191 decessi correlati nello stesso periodo, portando il bilancio totale delle vittime a 22.070.

Il Brasile importerà il vaccino AstraZeneca dall’India
Il governo brasiliano ha annunciato oggi l’importazione dall’India del vaccino dell’Università di Oxford, prodotto dal laboratorio AstraZeneca. “Si conferma l’importazione di due milioni di dosi del vaccino AstraZeneca-Oxford prodotto in India con probabile data di consegna da metà gennaio”, riferisce il ministero degli Esteri. Con circa 210 milioni di abitanti e 7,7 milioni di contagiati dall’inizio della pandemia, il Brasile non ha ancora iniziato a vaccinare.

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *